Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

La famiglia e l'ambiente

I Gabriotti

Il mito di Giuseppe Garibaldi lasciò un'indelebile impronta nell'animo del giovane Venanzio Gabriotti. Non accadde solo per la passione e, spesso, per la retorica patriottica che infiammavano l'Italia di fine Ottocento: un garibaldino vero l'aveva in casa, il padre Augusto, la cui vicenda a fianco dell'Eroe dei Due Mondi, pur nell'enfasi che avvolse in famiglia il racconto di un'impresa straordinaria, s'era tinta di aspetti romanzeschi…

Città di Castello alla fine dell''800

Con il trascorrere degli anni crebbe in Venanzio Gabriotti la consapevolezza che le sue radici penetrassero profondamente, fino a trovarvi linfa vitale, nelle piazze chiassose, nei vicoli angusti, nei muri screpolati della città natale. Percepì sempre più intensamente di appartenere a quel popolo dignitoso che, pur costretto da secoli ad una generalizzata povertà, conduceva una vita laboriosa e frugale, aggrappandosi agli...