Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

In epoca fascista

I primi anni del fascismo

I socialisti ebbero appena modo di toccare con mano le difficoltà del governo della città. L'incursione squadrista dei fascisti che ne scompaginò le fila ebbe luogo il 27 marzo 1921, pochi mesi dopo le elezioni amministrative. Gli straordinari sommovimenti politici che scuotevano la società tifernate avevano messo sul chi vive moderati e conservatori. La prova di forza vinta nell'estate del 1920 dai mezzadri per imporre...

Anni di crisi

Osservatorio di rilievo sull'economica tifernate divenne, con gli anni ‘20, la Cassa di Risparmio cittadina. Nei suoi rendiconti annuali e nei verbali delle assemblee degli azionisti si cominciano infatti a leggere valutazioni sull'andamento delle attività produttive. L'istituto di credito, naturalmente, seguì con particolare interesse le vicende dell'agricoltura - risorsa principale del territorio e fonte di reddito per la stragrande...

Agricoltura e industria nel Ventennio

I dati statistici raccolti tra il 1928 e il 1931 tracciano un esauriente spaccato dell'economia agricola tifernate in epoca fascista. Dei 31.075 residenti nel comune, 10.594 si dedicavano prevalentemente all'agricoltura; altri 3.985 la consideravano un'occupazione secondaria. Ben 8.297 ettari, pari al 22,3% della superficie agraria e forestale erano coltivati a frumento; seguivano il granoturco, con 792 ettari; le fave da seme, con 745; il tabacco...

L'epilogo del regime e l’ardua rinascita

Nel 1937 la Mostra dell'Artigianato e delle Massaie Rurali fornì l'occasione per una verifica dell'economia locale. Si sottolineò il dinamismo di botteghe e officine che sapevano realizzare una molteplicità di prodotti di qualità, ma non trovavano sbocchi commerciali più ampi e soddisfacenti a causa del perdurante isolamento geografico e della carenza di attività promozionale. Solo l'industria della fabbricazione...