Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

Storie di prigionia

Il diario di Ferdinando Lazzari

Il falegname di Città di Castello Ferdinando Lazzari scrisse di getto i suoi amari ricordi mentre tornava dalla prigionia in Germania. Il rimpatrio degli internati nei lager tedeschi avvenne gradualmente, rallentato da tante difficoltà. Lazzari dovette sostare per un mese, forse a Ludwigsburg, e fu lì che ripercorse le fasi angosciose della sua vicenda. Volle fissare subito su carta, a caldo, i patimenti e i maltrattamenti subiti....

La prigionia di Lorenzo Rubechi

I ricordi del contadino di Lerchi Lorenzo Rubechi rivelano una realtà di prigionia aspra, ma meno drammatica di altre. Con lucidità, Rubechi ha prima raccolto in una memoria scritta i suoi ricordi, poi li ha integrati con ulteriori dettagli nel corso di un’intervista.

I documenti di Nazzareno Scarscelli

Nazzareno Scarscelli, carabiniere di Riosecco, si trovava in Grecia all’epoca dell’armistizio. Il 17 settembre fu catturato dai tedeschi. Tre giorni dopo iniziò il suo lungo trasferimento in treno verso il campo di concentramento in Germania, attraverso i territori bulgaro, croato, jugoslavo, ungherese e austriaco. Internato nel campo di Torgau, sull’Elba, a nord-est di Lipsia, Scarscelli fu liberato intorno al 25 aprile...

Altre storie

Altre storie di prigionia sono state raccontate dagli ufficiali tifernati Corrado Corsi e Armando Lombardi, catturati e internati in campi di concentramento britannici durante la seconda guerra mondiale, e Facondo Andreoli, prigioniero dei tedeschi. Si vedano i volumi: Corrado Corsi, Uno fra tanti Un italiano dall'agosto del 1939 al dicembre 1946, Tibergraph Ed., 1989. Armando Lombardi, Spigolature di guerra e di prigionia, s. e.., Poligraf, Città...