Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

Le mura e oltre
Il “giro delle quattro porte”, 
molto amato dai tifernati, 
permetteva di passeggiare
all'aria aperta, avendo da un lato 
lo scenario delle antiche mura, 
dall'altro la piena campagna. 
A ridosso della città, si situavano 
i sobborghi di Rignaldello, 
del Cavaglione e del Gorgone.
Inoltre il Tevere, luogo di lavoro 
e  di ricreazione. Più oltre, altri luoghi 
simbolo della città: Belvedere, 
Fontecchio e la Montesca.

Da porta San Florido alle mura di San Giacomo

Porta San Florido dopo l'abbattimento della sua struttura medioevale e la costruzione della “barriera” nel 1873.               La foto panoramica di fine '800 permette di osservare i tratti di mura ancora intatti alla destra di porta San Florido e alla sua sinistra, fino al Cassero.                 Le mura oltre porta San Florido, verso il Tevere,...

Da porta Sant'Egidio ai Frontoni

La sistemazione definitiva dell'area di Piazza Garibaldi iniziò nel 1927, con la decisione di demolire i tratti di mura rimanenti, insieme ai “torrini” della barriera di porta Sant'Egidio. Nella foto, tra A e B è indicato il segmento di mura prospiciente lo spiazzo cosiddetto del “giuoco del pallone”, dove saranno realizzati i giardini di Piazza Garibaldi.       Oltre al tratto di mura...

A zonzo per la periferia

Passeggiata fuori porta, lungo la linea ferroviaria, in una fotografia di Enrico Hartmann. Sullo sfondo, Palazzo Vitelli a Sant'Egidio e la Palazzina Bini.               Le prime villette costruite nell'area periferica ricavata con la demolizione delle mura orientali e la colmatura delle fosse.           L'Unione Sportiva Tiferno si dotò di un adeguato campo sportivo...

Rignaldello e il Cavaglione

Mercato di muli e cavalli di fronte a porta Santa Maria, all'imbocco del sobborgo di Rignaldello (1892).                   Passeggiata nel sobborgo di Rignaldello. La fotografia è di Enrico Hartmann (1892).                 Partenza di una gara di velocipedisti a Rignaldello nel 1893.                     Negozio...

Il Tevere e la Montesca

Il ponte Vittorio Emanuele II fotografato da nord nel 1929. Sulla destra la cosiddetta “polveriera”. A sinistra, il lavoro delle lavandaie.             Il ponte, aperto al traffico nel 1864, sarebbe stato distrutto durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi in ritirata.               Il Tevere a nord del ponte, con la “polveriera” sulla sinistra....

Il Gorgone e il cimitero

Veduta del sobborgo nord-orientale del Gorgone da Palazzo Giornelli, con il viale che conduce a Belvedere e al cimitero; sulla destra, si scorge il ponte sul torrente Scatorbia (1892).           Treno della linea “Arezzo-Fossato” transita alla barriera che esisteva all'imbocco dell'attuale viale De Cesare; sullo sfondo, il bosco del torrione di Palazzo Vitelli a Sant'Egidio (1892).           Veduta...

Belvedere e Fontecchio

L'area periferica a oriente della città dove si è sviluppato in quartiere cosiddetto “della 167”. Lungo il viale, intitolato al partigiano Aldo Bologni caduto in combattimento, la cappella della Madonna del Latte nella sua originaria posizione.           Veduta del colle di Caprano, dove si erge il seicentesco santuario di Belvedere.               Belvedere...