Atlante della Memoria

Alta Valle del Tevere 1943-1944

Mappa interattiva

Il mobile in stile

Mobile in stile e competenze artigianali

A fianco dei falegnami, sempre nel quartiere del Prato, in quegli anni videro la luce al­tre piccole botteghe che li rifornivano di componenti necessarie all’opera di restauro e di fabbricazione di mobili in stile o che, nell’ambito dello stesso settore artigianale, svolgeva­no particolari e autonome fasi di lavorazione. Il primo laboratorio tifernate di doratura del dopoguerra lo aprì casualmente Livio Dalla Ragione in via dei Cavalieri: si dilettava di pittura e, lì nel suo studio, volle imparare a co­struire da sé le cornici per i quadri. Dopo un po’ prese a produrne anche per altri e, d’intesa con Sisi, a dedicarsi al restauro di superfici do­rate. Non aveva precedente esperienza al ri­guardo, né in città vi era allora chi potesse in­segnare il mestiere: Dalla Ragione imparò quindi a dorare “rubando con gli occhi” i se­greti di qualche artigiano fiorentino che an­dava a visitare e sforzandosi di mettere in pratica i procedimenti letti in vecchi testi…


Scarica il documento